Spedizione gratuita da 39€ in Italia Sconti sui set: -10% su due capi , dai tre capi in su -20%

Spedizione gratuita da 39€ in Italia
Sconti sui set: -10% su due capi , dai tre capi in su -20%

40 anni di storia a quattro ruote

Ciao io sono Marco compagno di Mariangela fondatrice di Clochard vintage shop e oggi voglio raccontarvi una storia…

Il Vanette classe 1992 : per pochi e non per tutti! Forse solo alcuni di voi hanno presente del mezzo a quattro ruote di cui sto parlando.
Innanzitutto è il veicolo con il quale e per mezzo del quale partecipiamo ai mercatini,oramai riconosciuto da tutti i nostri “colleghi della piazza”.
Prima di giungere al nostro capezzale,ha sulle spalle,o meglio sulle ruote,una storia alquanto particolare.

È stato acquistato,al secolo, dal prete del nostro paese per poco niente, per essere usato come pulmino per portare i ragazzi dell’oratorio nei vari campeggi estivi e gite di gruppo (essendo un 9 posti, piccolo e capiente era adatto per questo scopo).
Con l’aggiunta poi del sistema GPL era diventato perfetto.

Ma, aimé, questa idea è stata abbandonata con il tempo,complice il costo troppo eccessivo per rinnovare l’impianto a gas , oramai scaduto.
Il nostro Vanette è stato quindi “parcheggiato” per molto tempo nel campetto in asfalto dell’oratorio,in un angolo anche abbastanza riparato dalle intemperie.
Quando ero ragazzino,il campetto era sacro,in quanto teatro di epiche partite di calcio che duravano tutto il giorno ed anche di sera…guai a parcheggiare auto dentro al rettangolo di gioco!
Purtroppo si sono perse anche queste tradizioni e nessuno, eccetto rare eccezioni,gioca nei campetti delle parrocchie …
Ritornando al nostro pulmino,un giorno,a mio padre gli è balenata l’idea di chiederlo in prestito al parroco,per usarlo come mezzo della società sportiva del paese per portare i ragazzini in trasferta, essendo lui il direttore sportivo.

In accordo di usarlo a titolo gratuito a patto di risistemarlo,il Vanette ha ripreso vita.
Con l’aiuto di un vecchio ma navigato amico meccanico, hanno tolto l’impianto GPL,rifatto l’immatricolazione e la revisione,una sistemata generale e via:il nostro mezzo era pronto per scorazzare sulle strade!

Ma, anche qui,nei tempi odierni,sempre meno ragazzini coltivano la passione per il gioco:gli unici rimasti solo quelli più piccolini,con la conseguenza di un uso sempre più rado del pulmino,
con il rischio di bloccare alcune parti meccaniche o scaricare le parti elettriche,con la conseguenza di spendere denaro frequentemente.
Proprio qui ,siamo arrivati noi:

una sera in pieno inverno prenatalizio,a cena,davanti al fuoco del nostro camino,tra un discorso e l’altro ho menzionato il Vanette a Mary,del tutto ignota della sua esistenza: folgorazione!!!
In primo luogo sono stato insultato per non aver detto nulla fino a quel momento,e poi se ne è uscita con la frase che in fin dei conti ha cambiato il nostro modo di approcciarci ai mercatini:
“Perché,in accordo con tuo padre,non lo usiamo anche noi per i nostri appuntamenti domenicali?”
Dividendo le spese, l’abbiamo rimesso in pista velocemente, è per noi è stato davvero una manna dal cielo !(d’altronde arrivava da una parrocchia…è doveroso ringraziare anche il nostro Don Luca).

Ha cambiato davvero il nostro modo di approcciarci:il sabato per caricare i 1000 vestiti (è ironico ma ci avviciniamo veramente a quella cifra)il pulmino ci ha veramente agevolato.
Ma,oltre a ciò,il Vanette ha cambiato anche la nostra giornata domenicale:si, perché con Lui si sa quando si parte (se vuole accendersi),ma non si sa mai, quando e se si arriva.
Perché, francamente,ogni percorso anche seppur vicino come Milano ,
si tramuta in un viaggio,una vera e propria avventura!

Il nostro pulmino esige docili maniere: è doveroso prendersela con calma,partire un’ora prima del solito,rispettare il suo vecchio cuore pulsante facendo delle pause e non esagerare con le alte velocità… Insomma,un viaggio di altri tempi;
Freddo d’inverno, caldo, caldissimo d’estate.Però,le facce delle persone quando ci vedono arrivare e le loro espressioni,non hanno veramente prezzo.
Ogni qualvolta che saliamo sul nostro Vanette, anche alle 6 di domenica mattina,l’umore è subito alto e sul volto compaiono sorrisi naturali ed ecco che in un attimo ci sentiamo in pieno negli anni 80-90.
Se non è una magia questa!

2 Comments

  1. Nicolò
    Giugno 24, 2022

    Grandi ragazzi! Se al posto del gas di scarico uscisse un arcobaleno 🌈 sarebbe ancor più figo! Ma con tutti gli abiti colorati e particolari che proponete ai Vostri clienti l’arcobaleno lo create voi!

    Congratulazioni e buon lavoro!
    Niko

    Rispondi
  2. Elisa
    Giugno 30, 2022

    Che meraviglia ragazzi!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Chat